Parrocchia: Sempre!

La nostra parrocchia è dedicata a san Nicola di Bari. Pertanto il 6 dicembre, giorno in cui la Chiesa fa memoria liturgica di san Nicola è anche la festa della parrocchia.

La parrocchia è, anzitutto, una comunità. E’ forte il desiderio e l’auspicio che ciascuno la percepisca come propria, lasciandosi guidare, più che da opinioni e valutazioni soggettive, dalla Parola di Dio che, negli Atti degli Apostoli, presenta i tratti essenziali della Chiesa: una comunità assidua nell’Ascolto degli insegnamenti degli Apostoli, nella Preghiera, nell’Eucaristia, nella Comunione fraterna (cf. Atti 2,42).

La parrocchia, quindi, siamo noi, e, attraverso i tratti descritti, ciascuno può e deve contribuire alla sua crescita e al suo perfezionamento. Nessuno si senta escluso o, con la sua assenza, privi la comunità del proprio apporto.

La nostra parrocchia trova la sua identità anche nel luogo di culto. Così, infatti, recita il prefazio: “Tu ci hai dato la gioia di costruirti tra le nostre case una dimora, dove continui a colmare di favori la tua famiglia pellegrina sulla terra e offri il segno e lo strumento della nostra unione con te. In questo luogo santo tu ci edifichi come tempio vivo e raduni e fai crescere come corpo del Signore la tua Chiesa diffusa nel mondo, finché raggiunga la sua pienezza nella visione di pace della città celeste, la santa Gerusalemme”.

Nell’anno 2009, abbiamo celebrato il giubileo della dedicazione dell’edificio sacro, frutto del lavoro, della generosità e della passione dei nostri antenati (permettetemi un accenno particolare all’indimenticabile parroco don Armando Verrillo e al sindaco Vincenzo Venditti).

Il traguardo dei 50 anni celebrato ha offerto l’occasione per far fiorire, in tutti, un maggiore apprezzamento e un rinnovato senso di appartenenza alla nostra comunità parrocchiale e diocesana, uniti al desiderio appassionato di farci annunciatori e testimoni del Regno di Dio, cioè della sua signoria nel mondo.

Nel triennio 2009-2012 la nostra diocesi, in sintonia con le indicazioni pastorali della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) ha messo al centro la condizione giovanile, per individuare linee pastorali che rispondano alla sensibilità, alle aspirazioni e alle attese dei giovani. Quanto è desiderabile e auspicabile che i giovani stessi siano soggetti e protagonisti di novità e che diano slancio e freschezza alla comunità!.

Ci aiutino, con la loro intercessione, Maria di Nazareth, santa Madre di Dio, Nicola e Barbato, nostri santi patroni, e tutti i Santi.

don Filippo, parroco